FANDOM


Marco Romano, La città come opera d’arte,Giulio Einaudi editore,Torino 2008 “Ciò che rende distinguibili i temi collettivi è la loro diffusione in tutte le città con l’esplicita intensione di metterli in campo,nella sfera estetica,come temi del confronto di rango e destinati dunque a durare per sempre”. “Molte cose che ci possono sembrare di qualche rilievo pubblico,come un supermercato o come un aeroporto non hanno un significato nella sfera simbolica della città,perché non sono stati realizzati con quell’intento”. “Tanto meno hanno un significato simbolico gli spazi pubblici in se stessi,perché il loro regime patrimoniale o la loro accessibilità non costituiscono la premessa per candidarli a venire assunti come temi collettivi di tutte le città europee come lo sono le piazze o i giardini pubblici”(il parco della Caffarella con le sue caratteristiche non facilmente comprensibili dal cittadino dell’Urbe,non attrae per il carattere apparente di semplice spazio verde pubblico?Oppure,non risponde alle esigenze dei cittadini rispetto al tema collettivo?). Il parco ha tutte le potenzialità per essere rappresentativo della società romana,manca di un significato simbolico compreso ed accettato .Forse, in una città,è più ben accetto un centro commerciale come tema collettivo,lo sviluppo della piazza mercantile. “Quando oggi un Comune europeo voglia avviare un programma subito condiviso non ricorre ad alcuna espressione di pretesa di modernità ma ai temi consolidati della nostra sfera simbolica:promuove musei,biblioteche, teatri,giardini pubblici,planetari,monumenti,persino qualche nuova porta,tutti temi sul tappeto a centinaia di anni,che i cittadini riconoscono e accettano volentieri -seppur nelle forme architettoniche contemporanee- perché ne hanno fatto da sempre il proprio significato”. Infatti, “Se il progresso tecnico comporta l’obsolescenza dei precedenti congegni,la sfera collettiva è invece cumulativa” “E altrettanto persistente,..,è la sfera estetica,dove il senti mento che quadri e statue serbino intatta l’originaria intenzione d’arte ci induce a visitare un museo -…-e la consapevolezza tutta europea ce la città sia un opera d’arte ci accompagna nelle sue strade” CHIARA ANTONAZZO

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale