FANDOM


Foto lisbona 040 tipica pavimentazione.jpg

Pavimentazioni sconnesse, o la totale assenza di quest'ultime possono essere un pericolo per la pubblica incolumità. Possono inoltre diventare delle vere e proprie barriere architettoniche.


Defizione generale

Con pavimentazione si intende una superficie piana, poggiata o ben saldata al sottofondo secondo una specifica posa in opera, che varia a seconda del tipo della pavimentazione. L'assenza di un sistema di pavimentazioni all'interno del parco, o comunque in una zona che vede una buona affluenza di persone, risulta un problema notevole. Può diventare barriera architettonica per coloro che sono portatori di handicap motori o anche per non vedenti, non avendo a disposizione ad esempio pavimentazioni con elementi in rilievo che evidenzino un percorso. Il problema delle "pavimentazioni assenti" riguarda anche utenti in grado di svolgere le loro attività autonomamente, perchè anche una passeggiata all'aria aperta può creare difficoltà considerando magari una recente pioggia che rende non calpestabile quelle aree sprovviste di queste superfici piane. Il medesimo problema lo creano le pavimentazioni che sono si presenti, ma sconnesse o posizionate senza la cura e l'attenzione necessaria . Cosi come ho detto prima, per coloro che hanno difficoltà motorie è evidente che rappresentano un vero e proprio ostacolo, cosi come una sorta di "trappola" per le persone e quindi un pericolo per la pubblica incolumità.


La soluzione può essere quella di creare una sorta di "gioco di pavimentazioni" rendendo meno difficoltosa la vita all'aperto di disabili e non, un sistema in cui materiali ma anche colori diversi corrispondano ad un tipo diverso di pavimentazione a seconda della funzionalità che essa deve assumere ( in modo da avere anche una certa logica con l' arredo urbano circostante). Per esempio un percorso pedonale ha una struttura diversa rispetto a quello dedicato al passaggio di veicoli, presentando anche minori sollecitazioni. Anche dal punto di vista estetico, (per un architetto è un punto notevole) si otterrebbe un risultato gradevole alla vista: materiali diversi che corrispondono a pavimentazioni con funzionalità differenti. Inoltre si potrebbero creare dei passaggi, dei percorsi, specifici per portatori di handicap, ad esempio superfici con elementi a rilievo per non vedenti e altri per gli aventi problemi motori per facilitare in maniera ottimale gli spostamenti. In questo modo potremmo anche avere dei percorsi pedonali con una pavimentazione che sia unita all'elemento naturale, prato, terra stabilizzata, o breccino che si trasforma in ostacolo per i diversamente abili.


pattern correlati: arredo urbano,viali alberati,playgrounds,piste ciclabili 2


Caratteristiche principali delle pavimentazioni esterneModifica

La pavimentazione esterna è la posa di un pavimento in ambiente esterno agli edifici.

Un requisito fondamentale di una pavimentazione, è l'accessibilità e quindi prevedere quest'ultima significa eliminare qualsiasi tipo di barriera architettonica. Nel caso di una realizzazione di un progetto e quindi nel nostro caso, bisogna tener conto di molti fattori che costituiscono lo spazio esterno urbano: raccordare dislivelli con rampe e scale (ricordando che la pendenza massima per un diversamente abile delle essere dell'8% e deve esserci una pausa come minimo ogni 10 metri circa per garantire il giusto riposo alla persona e quindi diminuire lo sforzo.) Inoltre l'accessibilità verso tutti è diventata un vero e proprio requisito fondamentale per la realizzazione di un progetto. Le caratteristiche principali che devono avere le pavimentazioni esterne sono un'elevata resistenza alle azioni meccaniche provocate dallo scorrimento di autoveicoli e quindi di mezzi pesanti, un'adeguata antiscivolosità, soprattutto in caso di superficie bagnata, o in caso di ghiaccio, questo specialmente nel caso del passaggio di pedoni e quindi nelle aree pubbliche, ma anche in aree trafficate da autoveicoli. Quindi la resistenza all'usura e il coefficiente d'attrito sono i più importanti attributi che devono avere. In caso di situazioni climatiche non favorevoli si deve garantire la durabilità della pavimentazione.

Oltre a questo ci deve essere una facilità di manutenzione, soprattutto nel caso di centri urbani, dove solitamente troviamo un frequente ripristino dell'aspetto superficiale, ma soprattutto possono avvenire di frequente immissione di cartelli segnaletici. Queste pavimentazioni sono formate da uno strato superficiale che può essere realizzato con vari materiali come lastre di materiali lapidei o piastrelle di ceramica, masselli di calcestruzzo, piastrelle e lastre piane di calcestruzzo, e da un supporto le cui caratteristiche variano a seconda della natura del terreno, dal tipo di pavimentazione e dai carichi previsti img1img2

Pavimentazione come dimensione orizzontaleModifica

“Le tracce della pavimentazione del passato destinata al passeggio a piedi o in carrozza, sono state, nel secolo scorso, per lo più coperte da indistinte distese d’asfalto, per consentire maggiori velocità, quindi spostamenti più rapidi e agevoli. Nastri grigi che hanno piegato spesso il paesaggio, talvolta rivalutando aree altrimenti depresse o ponendosi come fatti emergenti e prioritari, ma che hanno irrimediabilmente condizionato o distrutto la memoria di certi luoghi. Un patrimonio perso, poiché le antiche e preziose pavimentazioni in pietra e laterizio hanno caratterizzato molte città e contribuito a esprimere le specifiche culture fisiche e storiche. Un tempo, le vie si diversificavano per ragioni più funzionali che estetiche. Solo da un paio di decenni si è incominciato a sfruttare l’uso di piastrelle e cementi colorati per risolvere situazioni compromesse. A Copacabana, una delle zone turistiche più congestionate di Rio de Janeiro, Roberto Burle Marx, assieme agli architetti Haruyoshi Ono e José Tabacow, ha separato la massiccia espansione edilizia, le trafficose carreggiate stradali e la spiaggia con un intervento basato quasi esclusivamente sul disegno cromatico della pavimentazione delle tre fasce pedonali intermedie. (esempio di "gioco di pavimentazioni" citato precedentemente nell'altro intervento). Approfondire il segno e il significato dei materiali in termini di dimensione, colore e tessitura (oltre, naturalmente, alle loro caratteristiche tecnico-prestazionali) è diventata un’esigenza indispensabile per soddisfare quel bisogno collettivo di riappropriazione dello spazio pubblico, oggi relegato quasi esclusivamente a sedi stradali e posteggi. Vero è che qualunque soluzione che sappia superare quell’effetto di appiattimento, persino morale, che dà l’asfalto è sempre ben vista, ma non indiscriminatamente: studi e sperimentazioni hanno senso soltanto se sono accompagnate dalla sensibilità di chi progetta. E dalla stessa convinzione di Nebuchadnezzar, re di Babilonia, che fece apporre il sigillo o incidere un’iscrizione su ogni mattonella e blocco di pietra che componevano la strada processionale dedicata al dio nazionale Marduk. Lo fece per guadagnare per sé e il suo popolo la vita eterna, ma nella piena consapevolezza di rendere ancora più bella la sua città.”File:PAVIMENTAZIONE.pdf

BELSKY Maria Pia, "Dimensione Orizzontale", Costruire, n. 155, 1996, pp 139-140

PavimentazioniModifica

ItaliaModifica

Alcuni esempi positivi: La provincia di Imperia realizza percorsi accessibili ai disabili, nell'opera di valorizzazione dell'Alta via dei Monti Liguri

Provincia-disabili-alta-via-monti-liguri-percorsi4 81616.jpg
.

Alcuni esempi di pavimentazione in spazi pubbliciModifica

img1 img2 img3 img4 img5 img6


Esempio di pavimentazione come barriera architettonicaModifica

IMG 1023.jpg
IMG 1013.jpg
IMG 1014.jpg

Con delle foto vorrei documentare un esempio visto dal vivo in un giardino che si trova in prossimità del centro storico della mia città, Terni. Si tratta di un giardino che io considero all'avanguardia perchè presenta degli elementi molto interessanti quali collinette, rocce, specchi d'acqua con piante acquatiche molto belle all'interno, zone di sosta ma presenta anche un vero e proprio ostacolo, una barriera architettonica per disabili. Il percorso che si trova all'interno di questa zona verde risulta stretto e realizzato con della ghiaia che fa muovere con difficoltà, portatori di handicap ma anche mamme che si muovono con delle carrozzine. Non a caso proprio per questo motivo l'associazione disabili della mia città stanno portando avanti una causa. Ritengo che questo sia un notevole problema anche per il semplice fatto che questa zona verde è posizionata nelle vicinanze di una strada che è piuttosto trafficata quindi le persone che passeggiano potrebbero attraversare il parco sia per "staccare" dal traffico della città ed avere qualche momento di relax ma anche per sicurezza, considerandolo come alternativa al tipico marciapiede.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale