FANDOM


La necessità di una presa di coscienza dell’azione umana su spazi che possiedono un certo ordine naturale e che da tale intervento sono modificati.


L ’uomo si comporta come se fosse l’unico abitante della Terra, un dominio assoluto motivato e fondato dall’intelligenza e dalla potenza tecnologica. Distrugge la biodiversità, inquina, colonizza territori selvatici e ancora non soggetti a trasformazioni di tipo antropico, plasma il pianeta, l' ambiente e il paesaggio a suo piacimento senza badare alle consueguenze che ne derivano e alla natura deturpata.


La Land Art è una "soluzione" per l' ambiente e non solo, da molti punti di vista in quanto valorizza il territorio e soprattutto il paesaggio, può incrementare il settore turistico naturalistico, nel caso di esposizioni durature delle opere, sensibilizzazione al rispetto della natura, riflessione sulla creazione artistica come commistione tra gli aspetti naturali-paesaggistici e, quelli estetici e funzionali dell' arte.


Pattern collegati Fruizione del Territorio Mantenimento naturale del parco Gas Serra


2597750095 cc4f2a962f.jpg

Land Art Modifica

La Land Art, detta anche Earth Art ( in Italia nota come arte del territorio ), nasce negli anni '70 negli USA come esperienza creativa nell’ambito dell’arte concettuale, ovvero un' arte fondata non più sul piacere estetico, ma su un pensiero. Il termine Land Art o Arte Ecologica, fu coniato in California da Gerry Schum nel 1969 per definire l'attività di un gruppo di artisti, fra cui Jan Dibbets, Richard Long, Barry Flanagan, Dennis Oppenheim, Walter De Maria, Christo Javacheff ed altri. L'idea e la riflessione subentrarono così al manufatto, all'oggetto, indipendentemente dal loro carattere tradizionale o innovativo. Il suo significato profondo, infatti, non sta tanto nelle opere che produce, che condividono con le performance sia il carattere effimero che la documentazione affidata esclusivamente alla fotografia e alle riprese video, ma nel pensiero che le ispira e che nella modificazione discreta del paesaggio vede un’opportunità per definire attivamente la relazione tra l’uomo e la natura e, quindi, quella, più ampia ma sottratta agli eccessi dell’astrazione intellettuale, tra l’uomo, lo spazio e il tempo. L'artista "land" non ha confini, né uno spazio stabilito dove poter operare, la sua coscienza dimostra una grande attenzione ecologica nei confronti della natura vitale con la quale si trova ad interagire. Si utilizzano materiali semplici come sabbia, foglie, plastiche, stracci, vegetali, neon, fango per ridurre ai minimi termini, per impoverire i segni e per ridurli nei loro archetipi.

Storia Modifica

Per rintracciare delle imprese umane di forte impatto ambientale dove si spinge al massimo nella direzione della fisicità della realtà, magari con intenti diversi dal fare artistico, occorre andare molto lontano nel tempo e in civiltà diverse dalla nostra, come nel caso delle Piramidi egizie o della Grande Muraglia cinese. Altri esempi magari meno monumentali, ma che hanno aperto la strada verso nuove possibilità espressive, sono i giardini Zen, i giardini di muschio e gli stessi Ikebana dei giapponesi, che facevano di queste attività, a contatto con la natura, una forma d’arte a sé stante. Esistevano anche i cimiteri svedesi con i loro recinti di ghiaia rastrellata a disegni geometrici ed i numerosi giardini e parchi all’inglese, all’italiana e tutti i vari interventi sulla natura che riguardavano la sistemazione architettonica ed urbana di un territorio. Grazie ad un operatore cinematografico tedesco Gerry Schum, i primi interventi di Land Art, sparsi per il pianeta, sono raccolti insieme ed etichettati all’interno di un film, poi nel 1968 riversato su nastro elettronico. Uno dei principali precursori di quest' arte è stato un inglese, Richard Long, che cominciò a progettare opere che prevedessero interventi dell’artista sul paesaggio e realizzando realmente tali opere. Se, come accadeva quasi sempre, era impossibile trasportare l' opera in un museo e quindi difficilmente visibile, veniva documentata con fotografie, schizzi, progetti, materiali e perfino con video e documentari. Negli anni settanta vengono realizzate le opere più famose e monumentali come il molo a spirale di Robert Smithson, costruito in un lago salato dello Utah e il "Doppio negativo" di Michael Heizer, situato nel deserto del Nevada. La Land Art conosce quindi un grande sviluppo e notorietà e sbarca anche in Europa. Nel 1970, per esempio, Christo, artista che impacchetta luoghi e edifici di grandi dimensioni con chilometri di teli di plastica, è a Milano, dove realizza il celebre impacchettamento del monumento della piazza del Duomo. Nel 1976 Richard Long, alla Biennale di Venezia, presenta "Scultura in pietra", una composizione di pietra che poste geometricamente sul pavimento del padiglione attraversano più sale ed escono addirittura fuori dallo spazio chiuso, continuando all’esterno. In Italia, nel 1986, nasce Arte Sella, biennale d'arte contemporanea che si svolge all'aperto nei prati e nei boschi della Val di Sella, nel comune di Borgo Valsugana, in Trentino. Ad un primo percorso lungo una strada forestale si è aggiunta l'esposizione permanente di Malga Costa ove hanno trovato collocazione molte opere significative.

Alcune Opere Famose Modifica

Spiral-jetty-from-rozel-point.png

Una delle più famose opere di Land Art è la "Spiral Jetty", di Robert Smithson, una spirale che si sviluppa per quattrocentocinquanta metri sulla superficie del lago Great Sant nell’Utah, realizzata con terra e sassi in una località praticamente inaccessibile, visibile solo a volo d'uccello e divulgata attraverso fotografie, una forma aperta che suggerisce l'idea dell'infinito, secondo le preferenze del suo autore per volumi che implicano una progressione geometrica, anche se in effetti questa particolare opera sembra adombrare rapporti con strutture della preistoria, per esempio Stonehenge o Giza, quasi di tipo esoterico.


Christo3.jpg.gif

Surrounded island o Isole impacchettate di Christo Javacheff (1983). E' il più spettacolare intervento di Christo per quanto riguarda il mare. La progettazione di tale installazione è durata quattro anni. Le undici, piccole isole della Biscaine Bay, in Florida, vicino a Miami, sono state circondate da un tessuto rosa brillante. Per rendere possibile fisicamente tale opera, le porzioni di tessuto sono state cucite tra loro direttamente in mare, in modo da seguire i reali contorni degli isolotti, formando un bordo colorato largo 200 piedi. Quest’opera, tanto gigantesca, fu altrettanto effimera: la sua durata fu di soli quattordici giorni. La fruizione di tale installazione, inoltre, è stata possibile solo attraverso un volo aereo, poiché il territorio di Miami, non presentando alture, rendeva impossibile una visibilità da terra delle isole impacchettate.

Christo-and-jeanne-claude-running-fence.jpg

Running fence sempre di Christo Javacheff (1976). Quest’opera dalle dimensioni gigantesche è stata realizzata attraverso le contee di Marin e di Socoma , in California, a nord di San Francisco. Essa consiste in una sconfinata muraglia di tela che, alta più di cinque metri, corre per quaranta chilometri attraversando colline e valli della California. Fu necessario interromperla però nei tratti in cui incrociava l’autostrada. Il percorso di questa muraglia di tessuto si snoda in maniera piuttosto accidentata per poi tuffarsi nell’oceano. Per questa installazione fu necessario un progetto che durò quattro anni. Per fissare la tenda furono necessari duemila pali metallici e centinaia di migliaia di ganci; l'infrastruttura di ancoraggio fu fisicamente realizzata da 65 operai specializzati in vari mesi di lavoro e l’'operazione finale di montaggio del tessuto durò per ben tre giorni, con l’aiuto di 350 studenti. La riflessione che intende proporre quest’opera è quella del limite che l’uomo pone arbitrariamente alla natura illimitata con contini di stato, confini di proprietà, e anche confini mentali e culturali.


Momenti69h15-299x300.jpg


La Cattedrale vegetale di Giuliano Mauri. Un'opera monumentale e coinvolgente, una cattedrale gotica a tre navate, delle dimensioni di 82 metri per 15, con 80 pilastri alti 12 metri. Queste colonne sono costituite da otto esili e flessibili alberelli, collegati fra loro da telai ottogonali, che vanno a riunirsi in alto in modo da formare archi a sesto acuto, i portali gotici della cattedrale appunto. All'intermo di ciascuna colonna è stato piantato un carpino, protetto da questa gabbia e destinato negli anni a crescere fino a sostituire nel tempo l'originaria struttura che si sarà degradata. In realtà il fascino della struttura è dato proprio dall'effetto cattedrale della struttura provvisoria, si fa per dire, che si andrà a perdere se e quando rimarranno soltanto i quattro filari di carpini.

Swissair green 0.jpg



Via Billboardom è una campagna pubblicitaria in stile land-art sviluppata a fine anni ‘90 dai tedeschi di Artfield.


Lightning-field.jpg

The Lightning Field di Walter De Maria (1977) Questa monumentale installazione posta in un angolo remoto del deserto del Nuovo Messico De Maria cerca la complicità della natura per mettere in scena un evento sempre straordinario. Dopo aver conficcato in verticale nel terreno 400 pali metallici appuntiti su un’area di circa 3 chilometri quadrati, ne sfrutta l’effetto-parafulmine durante i temporali raccogliendo e moltiplicando la potenza dei fulmini a servizio di un grandioso spettacolo di luce.



Soluzioni per l' ambiente Modifica

Gli Emirati Arabi Uniti bandiscono un concorso di idee per l’ideazione e la realizzazione di una serie di installazioni artistiche che producono energia pulita. Al concorso sono invitati artisti, architetti, scienziati, ingegneri che oltre a mostrare il loro lavoro artistico contribuiranno a distribuire energia pulita alle case del Paese. La proposta vincitrice verrà realizzata e sarà la prima del suo genere. Una mostra di tutte le proposte qualificate si terrà a conclusione del concorso.







Webliografia :

http://www.ikropka.wroclaw.pl/land_art.htm

http://www.landartgenerator.org/

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale