FANDOM


450px-CiclabileaCimabanche.jpg

La pista ciclabile delle Dolomiti è un lungo percorso ciclo-pedonale che si snoda fra la provincia di Belluno e quella di Bolzano. Essa ripropone il percorso della ferrovia Calalzo di Cadore-Dobbiaco, dismessa nel tratto Cortina d'Ampezzo-Dobbiaco nel 1961 e nel tratto Calalzo-Cortina nel 1963. La pista ciclabile consta (al maggio 2006) di più tronconi: un primo nei comuni di Calalzo di Cadore, Pieve di Cadore e Valle di Cadore è asfaltato, illuminato e terminato; un secondo riprende a Peaio di Vodo di Cadore, passa per Borca di Cadore e termina a San Vito di Cadore, anch'esso terminato. Il tratto San Vito di Cadore-Cortina d'Ampezzo è in fase di costruzione, ma sul tracciato di una antica Strada Regia. L'ultimo e più lungo tratto riparte a Cortina d'Ampezzo e per arrivare a Dobbiaco, ma scorre lungo un bel sentiero in ghiaino, quindi non ancora asfaltato e neanche illuminato ma piacevole da discendere. Il tracciato segue i bordi dei due parchi naturali (il Parco naturale Dolomiti di Sesto e il Parco naturale Fanes - Sennes e Braies). Quindi il percorso permette viste dirette ai pendii naturali della Val di Landro, e passando accanto al Lago di Landro prima e successivamente al Lago di Dobbiaco.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale