FANDOM


 

 

Banksy Red Cross.ashx.jpg

La street art ( o postgraffitismo) viene concepita nella nostra società come vandalismo e degrado e gli artisti stessi vengono visti come imbrattatori e vandali 

 


Il movimento della street art prospera negli anni Novanta, grazie all'elaborazione di alcuni writer francesi. E' l'incontro del writing con altre forme d'arte e d'espressione, che colora le aree urbane più fatiscenti. E' molto difficile definire la street art:è arte, gioco, protesta politica; infatti notte e giorni mani invisibili si lasciano dietro arte, che reca in sè messaggi, comunicazione e linguaggio. Interessante è analizzare il pensiero  che alcuni individui condividono, se pur una minoranza, ma non per questo meno importante, e che li porta a manifestare questa forma d'arte e di comunicazione come mezzo di stimolo e sensibilizzazione su diverse tematiche ( sociali, politiche ecc..). Questo può essere concepito come modo alternativo di affrontare le suddette tematiche inoltre è un metodo che risulta più diretto e di forte impatto, in quanto 'ha come intento quello di attirare, stupire, scuotere, far riflettere anche il  "passante più distratto".
 



Se si iniziasse a concepire questo fenomeno della street art come arte e comunicazione ci si può rendere conto che è una forma di decorazione ed espressione di spazi pubblici, che ci regala un tocco di creatività a brutti, grigi e anonimi paesaggi suburbani racchiudendo un messaggio profondo di riflessioni. L'istituzione competente dovrebbe essere più elastica nei provvedimenti che prende nei confronti di quest'arte, matenendo una tutela del patrimonio architettonico, ma allo stesso tempo lasciando spazio a forme di espressione che non rientrano nei canoni prestabiliti, e consentendo un maggior coinvolgimento nelle decisioni agli abitanti del quartiere, alle persone che vivono ogni giorno le strade.  


colore degli edifici - arredo urbano - arredo urbano2 - Arte della strada o vandalismo - arte di strada e vandalismo 2 - writer 

FORME E LUOGHI DELLA STREET ART IN ITALIA Modifica

In Italia la Street Art ha raggiunto una diffusione massiccia, almeno nelle città principali. Già da qualche anno si svolgono in Italia eventi come per esempio, "ArteImpropria 2003",
Immagine 121.jpg

un'esposizione di Street Art che si è tenuta alla Galleria Meravigli di Milano nel novembre 2003. Dal 2002 si tiene annualmente a Modena il meeting Icone, che nasce con l'obiettivo di valorizzare le opere di strada. Nel 2005 a Milano si è svolto un evento artistico molto grande: "Urban Edge show" , una mostra allestita all'interno di un'ex fabbrica ristrutturata proprio per contenere manifestazioni cuturali; l'obiettivo era quello di portare alla luce e riunire in un stesso ambiente gli aspetti più influenti della "vita di strada": il pubblico veniva accompagnato alla scoperta della relazione che intercorre tra i vari aspetti della cultura metropolitana, dall'arte alla moda, dalla musica all'impegno civile, per chiarire quanto l'evoluzione della street art abbia influito sulla "superficie" del paesaggio urbano. Un ruolo importante per la spinta di quest'arte lo ha il TAZMOVIMENT. Fondato nel gennaio del 2001, è un'associazione culturale che ha come obbiettivo principale quello di essere uno stimolo a una vita "artisticamente libera". L'iniziativa maggiore, iniziata nel 2002, è l'illegal art show, ovvero una mostra dinamica e interattiva di arte contemporanea aperta a tutti, sia come espositori che come visitatori. Il tazmoviment si rifà in parte alla concezione dell'americano Hkin Bey, che ha scritto appunto un saggio intitolato TAZ( zona temporaneamente autonoma, ovvero un luogo liberato, dove la verticalità del potere viene sostituito spontaneamente con reti orizzontali di rapporti). 

IL POSTGRAFFITISMO E LE AVANGUARDIE ARTISTICHE Modifica

Nel mondo dell'arte, una parte fondamentale è stata ricoperta dalle cosiddette avanguardie storiche, in particolare dal Dadaismo e dal Surrealismo, dalle quali il postgraffitismo ha attinto a
Blu.jpg

piene mani sia nella forma che nel contenuto. Il movimento Dadaista nacque a Zurigo nel 1916. Il fondatore di quest'arte, Tristan Tzara, cerca di spiegare le ragioni di questa nascita, sottolinando lo stato d'animo di un gruppo di giovani in Svizzera durante la prima Guerra Mondiale e il livello intellettuale e artistico di quel tempo.Secondo Tzara, Dada nasce da un'esigenza morale, la sua volontà di distruzione ha come bersaglio la bellezza classica , l'eternità del principio, l'immobilità del pensiero, mentre si batte per la sfrenata libertà dell'individuo, per la sponteneità, per la contraddizione, per l'imperfezione. Più che l'opera conta il gesto, che deve essere provocazione contro il cosiddetto buonsenso imposto dalla società. Infatti lo scandalo è lo strumento preferito dei dadaisti per esprimersi. Il dadaismo oltrepassa la nozione di movimento per diventare un modo di vita. A livello di contenuti si può constatare una contiguità con la street art attuale; per prima cosa la spinta fondamentale giunge dalla protesta contro la società e la guerra, in secondo luogo è fondamentale la ricerca di spazi di libertà creativa e di azione. Come i Dadaisti anche i postgraffitisti attuali amano la provocazione e si muovono ai limiti della legalità. Molte posizioni dadaiste sono confluite nel surrealismo; fin dall'inizio i surrealisti prendono coscenza della grave frattura tra società e arte, cosicchè il problema  principale rimane la libertà nel suo duplice aspetto: individuale e sociale. La base della creatività surrealista è l'immagine: attraverso l'accostamento di due realtà lontane tra loro provocano a chi le guarda un'attenzione che li porta ad una riflsione. Le esperienze delle avanguardie hanno lasciato tracce profonde nello sviluppo dell'arte successiva. nel 1962 nasce il movimento Fluxus, un fronte mobile di individui influenzato dalle avanguardie precedenti. L'obiettivo è quello di abolire i confini fra le varie discipline creative, attraverso la fusione di tutte le arti, ma soprattutto abolire ogni barriera tra artista e pubblico. Gli artisti Fluxus si ispirano  alla quotidianità. Molti elementi del Fluxus, del Dada, del Surrealismo vengono ripresi e dotati di nuova forza dal postgraffitismi di oggi. La street art alla luce del contesto attuale e dei propri mezzi, riproponendoli nelle città di tutto il mondo e dando loro un carattere ancora più intenso. 

LA STREET ART E IL GRAFFITISMO Modifica

Graffiti-7h52.jpg

I graffiti si oppongono fin dall'inizio ai segni mediatici e pubblicitari. La street art, o postgraffitismo, trae la sua istanza fondamentale proprio dal movimento pioneristico degli anni Settanta. I graffiti territorializzano lo spazio urbano decodificato in una sommossa dei segni, così il muro, la strada, la casa ridiventano luogo collettivo. Nella New York City degli anni Settanta i graffiti attacano i medi per la prima volta nella loro stessa forma, cioè nel loro modo di produzione e diffusione. La loro forza sta proprio nel non avere un messaggio. Il loro significato politico sta nel fatto che sono nati dalla repressione delle sommosse urbane nei ghetti. I graffiti  "attraversano" l'architettura, tatuano i muri rendendoli corpo, sono offensivi e radicali, in quanto sistematicamente destinati alla repressione poliziesca, Infine, sono transideologici e transartistici; pur essendo pseudomini sfuggono a qualsiasi referenza, perchè il loro messaggio è nullo. I graffiti sono una rivendicazione di riconoscimento collettivo: rifiutano sia l'anonimato che l'identità borghese, quindi si danno in form di pseudomini. Per chi realizza i graffiti solo ponendo fine alla condizione di arte come merce, si potrà accedere all'arte come condizione di vita, infatti i graffiti vengono visti come attacco al sistema del potere e della cultura dominante. Così i codici instabili della comunicazione metropolitana costituiscono gli spazi dei conflitti e dlle innovazioni culturali, il contesto fluido e multidimensionale di nuovi modi di produrre senso.

STREET ART E COMUNICAZIONE (BANKSY)   Modifica

Banksy-glasto-4.jpg
Banksy è uno dei maggiori esponenti della street art della fine degli anni 80 inizi 90;le sue opere sono a sfondo satirico e riguardano argomenti come la
Banksy.jpg

politica,la cultura e l'etica.Infatti i suoi stencil,la tecnica che preferisce per le sue opere di guerrillia art, sono caratterizzati da immagini singolari e umoristiche e il messaggio che danno sono contro la guerra, anti-capitalistico e anti-istituzionale.I soggetti dei suoi lavori sono animali, come ad esempio i ratti,scelti in quanto odiati,cacciati e perseguitati,ma in grado di mettere in ginocchio intere civiltà,ma anche poliziotti,soldati;simboli del controllo e della "sicurezza" ,e bambini.Una delle caratteristiche di questo grande artista è quello di introdursi di nascosto nei più importanti musei del mondo e appendere le sue opere accanto a quelle già presenti. I suoi tami preferiti in questo caso sono i dipinti in stile settecentesco con l'aggiunta di particolari come ad esempio: nobili del 700 con bombolette spry,oppure donne di corte con maschere antigas ecc..




MURALES:DA FORMA DI LOTTA AD ARREDO URBANO (ORGOSOLO,PRATOBELLO)  Modifica

Immagine 155.jpg
Ai primi anni ’70 del ‘900, risale un fenomeno,con ampi contenuti artistici, oltre che sociali e politici. Parliamo dei murales che caratterizzano il centro abitato del paese come un unicum all’interno della categoria dei paesi dipinti, dove i murales sono visti sempre di più come scelta di arredo urbano. I murales di Orgosolo nascono e si sviluppano in un ambito socio-politico che vede il coinvolgimento degli abitanti attivamente, prima con i ragazzi delle scuole e poi con una forma critica di partecipazione collettiva ai messaggi ivi contenuti. Prologo della lotta Marzo 1969Iniziano a circolare a Orgosolo alcuni voci, secondo cui sarebbe in programma l'insediamento di un poligono militare permanente, nella zona del villaggio (allora già abbandonato) edificato con i fondi della Cassa per il Mezzogiorno, in località "Pratobello". 13 giugno 1969Alcuni attivisti si recano a Pratobello per verificare dove sono situati gli accampamenti: riescono a scattare alcune foto, ma vengono individuati e cacciati via. Da questo momento le intimidazioni a livello personale, le denunce e le minacce di arresto non si conteranno più e diverranno un fatto naturale e quotidiano. Per molti giovani è la prova del fuoco, per i più anziani è l'ulteriore riprova del carattere poliziesco e coloniale dello Stato in cui si trovano a vivere. A Mamoiada, Fonni e Oliena vengono affissi manifesti di saluto alla brigata Trieste e si inneggia alla iniezione di civiltà che i 6.000 soldati porteranno in quei paesi... 18 giugno 1969 Sui giornali sardi appaiono lunghi
Immagine 171.jpg

articoli in cui le autorità di Fonni e di Mamoiada solidarizzano con i soldati. Tali prese di posizione sono abbastanza comprensibili, se si pensa alle contraddizioni della vita politica dei due paesi. Si dimostra, così, molto abile la decisione di installare il poligono di tiro e la base militare solo nel territorio di Orgosolo, perché, mentre si riversano su un solo paese i danni delle esercitazioni, dei (pochi) benefici possono usufruire i commercianti dei paesi vicini, rendendo difficile l'unificazione della protesta. Ore 19,30:Viene annunciata una riunione nella sede del Circolo Giovanile. Data la ristrettezza del locale, la riunione si tiene, praticamente, in mezzo alla strada principale del paese. All'ordine del giorno ci sono, ancora una volta, le modalità di attuazione della manifestazione dell'indomani. I pastori e i braccianti fanno presente l'opportunità che la popolazione si trovi nella zona delle esercitazioni (a circa 6-7 chilometri da Orgosolo) molto presto. Viene così deciso di riunirsi alle 7 del mattino. Intanto, fin da quella sera, la maggioranza dei pastori si recherà negli ovili e avvertirà la popolazione in caso di imprevisti.


VIDEO DI UN ARTISTA BOLOGNESE: BLU BLU Modifica

thumb|300px|left

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

BIBLIOGRAFIA Modifica

www.banksy.co.uk

www.pratobello.it

Strett Art di Claudia Galal, edizione Casanova e Chianura

www.blublu.org

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale